Mappa della catena di valore – value stream map

Per catena di valore si intende l’insieme delle azioni che vengono compiute per realizzare un prodotto/servizio. Nella lean production, per analizzare la catena del valore, bisogna partire dalla fase finale, ossia dalla domanda del cliente. Analizzare la catena del valore significa guardare all’intero processo, non solo a una singola fase; si tratta di un lavoro difficile, ma che se fatto bene e con attenzione può portare a grandi risultati.

Ci sono due diverse mappe della catena di valore: quella attuale e quella futura. La mappa della catena del valore attuale, non è altro che una fotografia del flusso del valore attuale. Fare una mappa della catena del valore attuale è molto utile in quanto fornisce un quadro della situazione attuale, e permette di identificare subito sprechi e possibilità di miglioramento. La mappa della catena di valore attuale è come appare il flusso a seguito dell’applicazione di determinare tecniche lean che si è deciso di utilizzare.

Come abbiamo detto per tracciare la mappa della catena del valore si parte dalla fine e si risale il flusso del prodotto e o del servizio lungo tutto il processo: partiamo dalla domanda del cliente e si arriva fino ai fornitori.

La mappatura della catena del valore è uno strumento della lean production molto utile per svariate ragioni: si visualizza l’intero processo, non una singola azione; aiuta a identificare l’origine degli sprechi; fornisce uno strumento di discussione all’interno dell’azienda in quanto mette in luce tutto il processo (senza questa fotografia del flusso si rischia di perdere alcuni particolari); diventa un reale strumento per l’implementazione di molte tecniche di lean production in azienda.

Quando si procede a mappare la catena del valore bisogna identificare quale reparto o quale procedura si sta mappando, senza cercare di mettere troppi dettagli o di coinvolgere troppi reparti; meglio decidere di operare su un reparto solo alla volta. Tracciare il valore ci permette anche di avere uno strumento visivo per dare priorità ai miglioramenti da e alle correzioni da applicare.

Per fare la mappa della catena del valore bisogna prendere carta e matita e cominciare realmente a tracciare il flusso, utilizzando le apposite icone, molte delle quali hanno un significato universale